• English
  • Italiano

Categorie

Chi siamo

Come e quando è nata la ditta A. C. Vecchietti

All'inizio del 900 nacque a Bologna, in Via S.Giorgio 6, un ingrosso di cancelleria intestato a Ada Corazza Vecchietti, dalla quale prese nome la ditta A.C. Vecchietti.

Il marito di Ada, Umberto Vecchietti, lavorava alle officine meccaniche delle Ferrovie dove, a tempo perso, iniziò a riparare le prime penne stilografiche che arrivavano in Italia, ricostruendo al tornio le parti da sostituire.

Subito gli nacque la passione per le penne ed iniziò ad idearne delle nuove, dando loro il nome di Nettuno, ispirandosi alla statua del Giambologna.

I primi manifesti pubblicitari ed i primi espositori da vetrina ci raccontano che nel 1911 la penna Nettuno occupava già un posto di rilievo a livello Nazionale. Nel 1922 Umberto morì e la moglie Ada proseguì l’attività del marito, dando nuovo impulso alla produzione Nettuno e aprendo nel 1928 la bottega in Via Manzoni 6.

Nella seconda metà degli anni 50 il figlio Alfonso, visto l'avvento delle penne a sfera, non volendo impegnarsi in questa nuova avventura, chiuse la produzione delle penne Nettuno, mantenendo però sempre in negozio un vasto assortimento delle altre marche e seguitando ad occuparsi delle riparazioni.

Dal 1961 venne affiancato nell’attività dalla figlia Marina, che sempre al suo fianco, apprese “l’arte” della riparazione e della vendita degli articoli per scrittura, sia attuali che datati e naturalmente i segreti per diventare una buona commerciante.

Nel 1986 Alfonso morì e Marina, rimasta sola in negozio, ma con tre figli e un marito da accudire, non si perse d’animo e decise di continuare l’opera iniziata da sua nonna nel 1928. Iniziò ad espandere l’assortimento degli articoli e dei marchi trattati, fino ad avere in negozio praticamente tutte le penne in commercio in Italia e cominciò ad eseguire riparazioni per conto di molti altri suoi colleghi di altre città italiane.

Grazie alla sua esperienza, all’approfondita conoscenza delle penne attuali e d’epoca, alla vastità degli articoli disponibili, il negozio A. C. Vecchietti iniziò ad essere conosciuto dai collezionisti e dagli specialisti di penne di ogni parte del mondo.

Nel 1991 arrivarono in suo aiuto i due figli maggiori, Luca e Davide Tamburini. Dopo qualche anno, con la possibilità di ingrandire il negozio e il magazzino, iniziarono a trattare anche altre tipologie di articoli come servizi da scrivania, piccola pelletteria, e vari articoli da regalo. Nel 1996, casualmente nell’85° anniversario della nascita della Nettuno, è stata ripresa la produzione con la riedizione della “Nettuno Superba”, mirabilmente eseguita dalla Stipula di Firenze.

Nel 2001, grazie alla collaborazione della ditta Firma di Bergamo, con la “1911 Limited Edition” riparte a pieno ritmo la fabbricazione di Nettuno in vari tipi di modelli, in seguito la storica fabbrica di penne Aurora di Torino decide di acquisire la ditta Firma e, in accordo con la famiglia Vecchietti (propietaria del marchio Nettuno), decide di occuparsi della produzione di tutte le nuove penne Nettuno.

Marina, dopo 43 anni di lavoro nell’azienda di famiglia, nel 2004 muore, a lei il merito di aver reso un piccolo negozio del centro di Bologna in uno dei più importanti punti di vendita e assistenza per articoli da scrittura e di aver ridato vita al marchio Nettuno, molto probabilmente la più antica ditta produttrice di penne italiana.

Un maggior numero di turisti stranieri e richieste di informazioni dall’estero sempre più frequenti hanno fatto si che anche Claudia, moglie di Luca, dalla fine del 2003 faccia parte del negozio Vecchietti. Di nazionalità tedesca, appassionata di penne, parla e scrive senza problemi in tedesco, italiano, inglese e francese.

Alla fine del 2010, dopo quasi 83 anni, il negozio si trasferisce dalla sua sede storica di Via Manzoni 6, alla nuova più centrale sede in Via degli orefici 2/b. Oggi il negozio è gestito da Luca e Davide che dopo oltre 20 anni di attività nel settore e agli insegnamenti di Marina, sono diventati anch’essi esperti riparatori e venditori di articoli per scrittura.